Il processo di quadratura

Fluida rileva le timbrature degli utenti e segnala eventuali anomalie, confrontando ingressi e uscite con gli orari in cui l'utente deve effettivamente essere presente.

Questo processo che Fluida svolge in automatico si chiama quadratura.

Le Regole presenza permettono di gestire al meglio le timbrature in alcuni casi particolari, impedendo che venga generata un'anomalia.

Attivare la funzionalità

Per prima cosa, assicurati che la funzionalità Timbratura sia attiva ("Azienda" > "Impostazioni" > "Timbratura").

Se stai utilizzando Fluida in prova gratuita, o se hai sottoscritto un piano che prevede l'utilizzo della funzionalità Gestione presenze, assicurati che anche tale funzionalità sia attiva ("Azienda" > "Impostazioni" > "Gestione presenze").

Quando entrambe le funzionalità sono attive, puoi accedere alle Regole presenza.

Per attivare questa configurazione avanzata, dalla "Home" clicca "Azienda" > "Impostazioni" > "Gestione presenze" > "Regole presenza" > "Abilità funzionalità".
In questa pagina puoi attivare una o più impostazioni (Abbuoni, Differibilità, Straordinari) fra quelle che compongono la funzionalità.

N.B.: ogni modifica apportata a questo menu viene applicata a partire dalla mezzanotte successiva.

Abbuoni

La sezione abbuoni permette di impostare delle regole che consentono agli utenti di non giustificare eventuali minuti non svolti durante la giornata.
Se gli abbuoni sono attivi, devi impostare due valori: l'abbuono singola timbratura e il massimo abbuono giornaliero.

  • Il valore che imposti come abbuono singola timbratura determina quanti minuti in ritardo un utente può effettuare una timbratura rispetto all'orario di ingresso, o quanti minuti in anticipo rispetto all'uscita, senza che venga rilevata un'anomalia.

  • Il valore che imposti come massimo abbuono giornaliero equivale alla soglia in minuti del totale dei singoli abbuoni. In altre parole, Fluida somma tutto il tempo di assenza non giustificata, rilevato dalle timbrature nella giornata di un utente: il totale non deve superare il valore impostato come massimo abbuono giornaliero, altrimenti viene generata un'anomalia.

Differibilità

La differibilità consente di impostare una flessibilità che viene applicata all'orario di ingresso e di uscita di un utente. In base ai parametri impostati, l'utente può entrare prima o dopo l'orario che gli è stato assegnato. L'orario d'uscita verrà anticipato o posticipato di conseguenza.
N.B.: la differibilità non viene applicata alla pausa impostata.

Se la differibilità è attiva, puoi impostare tre valori: il limite inizio anticipato, il limite inizio posticipato e l'arrotondamento.

  • Il valore che imposti come limite inizio anticipato indica il numero massimo di minuti in anticipo con cui un utente può timbrare l'entrata e che può recuperare in uscita.

  • Il valore che imposti come limite inizio posticipato indica il numero massimo di minuti in ritardo con cui un utente può timbrare l'entrata e che può recuperare in uscita.

  • Il valore che imposti come arrotondamento indica un lasso di tempo che influisce sull'orario di uscita previsto per l'utente, arrotondandolo per eccesso.
    Per esempio: se è stato impostato l'arrotondamento a 15 minuti, l'utente che da contratto deve lavorare dalle 9 alle 18, timbrando in un orario compreso fra le 8:31 e le 8:44, dovrà uscire alle 17:45; timbrando in un orario compreso fra le 9:16 e le 9:29, dovrà uscire alle 18:30.

Straordinario

La sezione Straordinario consente di impostare un valore al di sotto del quale tutti i minuti extra rilevati dalla timbratura non verranno considerati come presenza non quadrata.
N.B.: l'utente deve giustificare eventuale tempo extra considerato come presenza non quadrato inserendo un giustificativo Straordinario.
Se lo straordinario è attivo, assicurati di impostare il valore durata minima straordinario:

  • Il valore in minuti che imposti come durata minima straordinario, indica la quantità necessaria di lavoro continuativo extra, affinché venga considerata come presenza non quadrata.

Attenzione: ciascuna delle impostazioni ha priorità una sull'altra, seguendo l'ordine "Abbuoni Differibilità Straordinari": ad esempio, la differibilità scatta al termine dei minuti di abbuono, se sono stati impostati.

Leggi qui tutti gli articoli sulla gestione delle presenze.

Hai trovato la risposta?