Il Beacon di Fluida è un piccolo dispositivo Bluetooth, che permette agli amministratori di identificare la sede aziendale in modo univoco, così che tutti i collaboratori possano utilizzare forme di timbratura smart.

Vediamo come fare la prima impostazione del Fluida Beacon appena acquistato.

Per prima cosa, dobbiamo estrarre la linguetta di plastica, che impedisce il contatto fra il dispositivo e la batteria. Fatto questo, il Beacon si accende automaticamente.

Ora apriamo la app Fluida sul nostro smartphone. Per associare il Beacon, dalla “Home” clicchiamo “Azienda” > “Sedi” e sull’icona della sede nella quale abbiamo installato fisicamente il Beacon. Scorriamo verso il basso, fino a trovare la sezione “Timbrature”.

N.B.: è possibile eseguire questa procedura unicamente da smartphone.

Clicchiamo “Aggiungi”, di fianco a Bluetooth. Attendiamo qualche istante che il nostro smartphone rilevi il Beacon. Una volta che la app ci mostrerà l’elenco dei dispositivi, selezioniamo la voce “BlueUp-<numero dispositivo>”, clicchiamo “Avanti”, e infine “Associa”.

N.B.: dopo aver cliccato “Avanti”, prima di associare il Beacon, è possibile personalizzarne il nome. Questa operazione può essere compiuta anche in un secondo momento.

Il Beacon non viene rilevato? Leggi come risolvere i problemi di configurazione più comuni.

Ora che il Beacon è associato correttamente alla sede, possiamo controllare che sia attivo, tornando in “Azienda” > “Sedi”, nella sezione “Timbrature”. Cliccando l’icona del dispositivo e “Modifica”, possiamo cambiare il nome del Beacon.


Utenti e collaboratori devono associare il proprio smartphone al Fluida Beacon?

No, il dispositivo viene associato un’unica volta alla sede, tramite la procedura descritta in questa guida. Da quel momento, gli utenti abilitati potranno utilizzare il Beacon per timbrare tramite il Bluetooth; le timbrature verranno certificate automaticamente dal dispositivo.

Gli utenti, compreso l’amministratore che ha effettuato l’associazione del Beacon alla sede, non dovranno associare il proprio smartphone al Beacon, come normalmente avviene con i dispositivi Bluetooth.

Soluzione a eventuali problemi del Beacon

Il nostro smartphone non rileva il Beacon in fase di associazione?

  • Controlliamo di aver attivato il Bluetooth e la localizzazione GPS del nostro smartphone.

  • Verifichiamo che Fluida abbia accesso al Bluetooth e alla posizione, nelle impostazioni relative alla privacy dell’app (sia dispositivi Apple che Android).

  • L’utilizzo tipico dei dispositivi Bluetooth avviene in un raggio di circa 10 metri. Assicuriamoci pertanto che il dispositivo sia stato installato in un luogo privo di barriere architettoniche, e che non ci siano grossi ostacoli fra il nostro smartphone e il Beacon.

  • Se il dispositivo continua a non essere rilevato dal nostro smartphone, proviamo a svitare le due viti che si trovano sulla parte posteriore e togliamo la batteria. Dopo aver atteso qualche istante, rimettiamo la batteria, richiudiamo il Beacon e ripetiamo la procedura di associazione. Tramite questa procedura, il dispositivo genererà un nuovo codice univoco associato alla sede.

Il Beacon è associato correttamente ma non rileva le timbrature?

Dopo aver attivato il Beacon, possiamo effettuare una timbratura tramite Bluetooth e controllare che Fluida la rilevi correttamente. Se la timbratura non viene rilevata correttamente e Fluida propone di forzarla, prova i seguenti passaggi:

  • Rimuovi le due viti del vano posteriore del Beacon.

  • Rimuovi il vano posteriore del Beacon.

  • Estrai la batteria e attendi qualche secondo.

  • Rimetti la batteria e richiudi il vano con le viti.

  • Prova nuovamente a effettuare una timbratura, senza ripetere la procedura di associazione del Beacon.

Leggi altri articoli sull'argomento, per verificare che le impostazioni relative alle Timbrature siano corrette.

Hai trovato la risposta?